Il Sistema

Redbrick non è “qualcosa di simile alla terra battuta” ma un vero campo da tennis in terra rossa su base sintetica; l'utilizzo di vera terra battuta (di speciale produzione) garantisce ai giocatori un feeling di gioco per scivolata e rimbalzo di palla, pari ad un campo in terra tradizionale. Il vantaggio principale è sicuramente la grande economicità di gestione grazie al minimo consumo di terra rossa speciale ed alla drastica riduzione dei consumi di acqua per annaffiature. È sufficiente un rapido passaggio di stuoia per rendere il campo perfetto e pronto al gioco, anche dopo la pioggia. Le eccellenti caratteristiche di gioco sono attestate dalla I.T.F. (International Tennis Federation) che a seguito di test specifici ha classificato la superficie di gioco nella CATEGORIA 1-SLOW (Lento), proprio come un campo in terra battuta tradizionale. 

Richiedi un preventivo
1 Sottofondo

Sottofondo

Qualsiasi tipologia di manto da gioco già esistente è idonea alla trasformazione con la superficie Redbrick. In caso di nuove realizzazioni, è sufficiente realizzare un sottofondo in materiale inerte senza alcuna necessità di soletta in calcestruzzo o tappeto in asfalto.

2 Tappeto

Tappeto

Dopo aver predisposto il sottofondo, si procede alla stesura del tappeto in fibra polipropilenica Redbrick Base Carpet di colore rosso avente spessore di circa 15 mm. La superficie stabilizzata U.V. offre un perfetto drenaggio e un'elevata resistenza all'usura. 

3 Rigatura

Rigatura

La tracciatura delle linee di gioco viene eseguita secondo normativa della Federazione Italiana Tennis. La rifinitura "gloss" poliuretanica antiscivolo Redbrick Line permette un'ottima visibilità in ogni condizione e garantisce un'elevata resistenza. 

4 Terra Rossa

Terra Rossa

In una prima fase si procede alla stesura dell'intasamento stabilizzante e autoumidificante Redbrick Sand Base, per poi realizzare l'intasamento totale prestazionale con la speciale terra rossa a composizione e granulometria selezionate Redbrick Fillcover.